Verifiche strutturali apparecchi di sollevamento

Verifiche strutturali (indagine supplementare) di apparecchi di sollevamento.

Con controlli non distruttivi – Metodo MT

Il Decreto Ministeriale 11 Aprile 2011 (entrato in vigore il 24 Maggio 2012) ha reso obbligatoria, per gli apparecchi di sollevamento  che superano i 20 anni di età, l’ INDAGINE SUPPLEMENTARE, cioè una verifica strutturale finalizzata ad individuare eventuali vizi, difetti o anomalie, nonchè a stabilire la VITA RESIDUA.

Richiedi il tuo preventivo

Per vita residua si intende il calcolo dei CICLI DI VITA RESIDUI TEORICI della gru rispetto alla CLASSE stabilita dal Costruttore della gru stessa.

Tale Indagine Supplementare dovrà essere esibita al Funzionario ASL/ARPA (oppure al verificatore del Soggetto Privato abilitato incaricato dall’utente) in sede di Verifica Periodica successiva alla prima.

Quando la gru raggiunge i 20 anni di età, il Datore di Lavoro deve obbligatoriamente fare eseguire la verifica strutturale (detta anche indagine supplementare)

verifiche strutturali apparecchiature verifiche strutturali apparecchiature verifiche strutturali apparecchiature

Vita residua delle attrezzature

“attività finalizzata ad individuare eventuali vizi, difetti o anomalie prodottisi dall’utilizzo dell’attrezzatura di lavoro messa in esercizio da oltre 20 anni, nonchè a stabilire la vita residua in cui la macchina potrà ancora operare in condizioni di sicurezza con le eventuali relative nuove portate nominali”

TINI SNC si avvale del supporto di professionisti di elevata esperienza relativamente alle attività di controllo, rilasciando congiuntamente al documento di relazione ventennale, un certificato contenente le risultanze dei controlli eseguiti.

I controlli non distruttivi (CND) sono il complesso di esami, prove e rilievi condotti impiegando metodi che non alterano il materiale e non richiedono la distruzione o l’asportazione di campioni dalla struttura in esame finalizzati alla ricerca ed identificazione di difetti strutturali della struttura stessa.

Il D.M. 11 aprile 2011 ha definito le modalità d’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’Allegato VII al D.Lgs. n. 81/2008 e ha considerato e approfondito gli aspetti legati alle «indagini supplementari», così come definite al punto 2, lettera c), Allegato II.

Queste indagini vengono definite come «attività finalizzata a individuare eventuali vizi, difetti o anomalie, prodottisi dell’utilizzo dall’attrezzatura di lavoro messa in esercizio da oltre 20 anni, nonché a stabilire la vita residua in cui la macchina potrà ancora operare in condizioni di sicurezza con le eventuali relative nuove portate nominali» ai sensi del D.Lgs. n. 81/2008 Allegato VII e punto 2, lettera c), Allegato II.

L’indagine supplementare (o Verifica Ventennale) consisterà in un documento di sintesi in cui vengono analizzati e giudicati in maniera approfondita i seguenti aspetti:

  • la storia pregressa della macchina (numero di cicli di carico effettuati);
  • lo spettro di carico al quale la macchina si è trovata mediamente ad operare;
  • le eventuali anomalie riscontrate durante i controlli e le indagini eseguite.


Sulla scorta degli elementi precedentemente acquisiti, il tecnico incaricato, stimerà la vita residua della macchina nelle condizioni di utilizzo previste, al fine di quantificare il numero di anni nei quali la gru può continuare a operare in condizioni di sicurezza.

Attrezzature soggette a indagine supplementare (Verifica Ventennale):

  • Autogru
  • Gru su autocarro
  • Gru a torre
  • Ponti mobili sviluppabili ad azionamento manuale
  • Ponti mobili sviluppabili ad azionamento motorizzato
  • Carrelli semoventi a braccio telescopico fisso
  • Carrelli semoventi a braccio telescopico girevole
  • Apparecchi sollevamento

1

2

SERVIZIO:

  • Verifica strutturale (indagine supplementare)
  • Determinazione del ciclo di vita residuo e rilascio della relazione tecnica
  • Eventuale verifica della documentazione e organizzazione della verifica periodica
  • Eventuale Formazione del personale

 

Richiedi il tuo preventivo

 

PER INFORMAZIONI E RICHIEDERE UN PREVENTIVO:

Telefonare in sede al n. 011.9114119 o all’ingegnere Ing. Tini Daniele al 349.74.68.696

o inviare mail a segreteria@tini.to.it