Ecobonus 110%: gli interventi che è possibile effettuare

Il D.L. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) introduce nuove importanti detrazioni fiscali che riguardano le spese sostenute per interventi di efficientamento energetico (Ecobonus) e riduzione del rischio sismico (Sisma Bonus).

Le spese agevolabili possono essere sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Ecobonus 110%: gli interventi agevolati per l’efficientamento energetico degli edifici

Ad oggi l’art. 119 del Decreto Rilancio prevede un ecobonus del 110% sui seguenti interventi:

  • interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo – Tetto massimo: la detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 60.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio;
  • interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione (non integrazione) degli impianti di riscaldamento esistenti con impianti centralizzati a condensazione, a pompa di calore, ibridi, geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo, microcogenerazione – Tetto massimo: la detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 30.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito;
  • interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione (non integrazione) degli impianti di riscaldamento esistenti con impianti a pompa di calore, ibridi, geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo, di microcogenerazione – Tetto massimo: la detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 30.000 ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito;
  • tutti gli altri interventi di efficientamento energetico previsti all’articolo 14 del Decreto-Legge n. 63/2013 (come ad esempio l’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari…), a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi descritti nei punti precedenti – Tetto di spesa: la detrazione è calcolata su un ammontare complessivo previsto dai limiti di spesa previsti per ciascun intervento.

IMPORTANTE: gli interventi dovranno essere finalizzati al miglioramento energetico complessivo dell’edificio portandolo a raggiungere almeno due classi energetiche superiori (a parte il caso della classe B dalla quale, ovviamente, si potrà passare alla A).

La detrazione verrà riconosciuta per le spese sostenute dal 1/07/2020 al 31/12/2021.

Ecobonus 110%: impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica

Nel caso di realizzazione di interventi di efficientamento energetico di cui ai punti precedenti, è possibile usufruire della detrazione anche per i seguenti impianti o interventi aggiuntivi:

  • impianto fotovoltaico
  • impianto di accumulo integrato
  • stazione di ricarica per veicoli elettrici

Al momento, i lavori finalizzati alla prevenzione del rischio sismico non sembrano essere sufficienti per fruire anche della detrazione rinforzata relativamente ai costi sostenuti per l’installazione delle predette infrastrutture di ricarica.

Ecobonus 110%: la cessione del credito e lo sconto in fattura

Quando si parla di “interventi che è possibile effettuare gratis” bisogna far riferimento alle 3 opzioni previste dalla norma. Gli articoli 119 e 121 del decreto rilancio prevedono infatti queste possibilità:

  • la possibilità di fruire della detrazione del 110% in 5 anni
  • lo sconto in fattura anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e da quest’ultimo recuperato sotto forma di credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari;
  • il credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

Nel primo caso, è chiaro che sarà necessario anticipare i soldi per gli interventi per recuperali in dichiarazione dei redditi in 5 anni. Nel secondo e terzo caso, siamo in attesa di avere un quadro completo da parte degli istituti di credito e altri intermediari finanziari, in modo da comprendere le modalità di cessione del credito.

A chi spetta l’Ecobonus 110% ?

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento. I destinatari potranno quindi essere:

  • i condomìni
  • le persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni
  • gli Istituti autonomi case popolari (IACP) comunque denominati nonché gli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti
  • istituti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing” per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica
  • le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci

Gli interventi potranno essere effettuati su:

  • abitazioni di proprietà o sulle quali si gode di un diritto d’uso comunque adibite ad abitazione principale
  • seconde case solo se l’immobile è situato in un contesto condominiale

Non sono inclusi tra i beneficiari:

  • le persone fisiche esercenti arti e professioni
  • i soggetti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali), con riferimento agli immobili «strumentali»
  • le associazioni tra professionisti

Quali documenti occorre presentare?

Per richiedere l’agevolazione è necessario essere in possesso dei seguenti documenti:

  • asseverazione di un tecnico abilitato o dichiarazione resa dal direttore dei lavori, che consente di dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti
  • attestato di prestazione energetica (APE) finalizzato ad acquisire i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio (ad eccezione di alcuni interventi)
  • scheda informativa relativa agli interventi realizzati
  • Pratiche ed autorizzazioni edilizie e comunicazione Enea

È IMPORTANTE RICORDARE CHE…

Saranno attivati controlli molto rigidi sia da parte dell’ENEA, sia da tecnici competenti che assevereranno i lavori rispondendone penalmente e, tramite le loro assicurazioni, economicamente. Per questo è fondamentale rivolgersi a chi conosce bene questo settore e può occuparsi di tutti gli aspetti di complessità di questo tipo di interventi.
La società TINI SRL può vantare una pluriennale esperienza nell’efficientamento energetico e ha conquistato la fiducia dei propri clienti lavorando da sempre con competenza, correttezza e trasparenza.

Cosa può fare per te la società TINI SRL:

  • tutte le attività e le procedure necessarie per l’analisi preliminare
  • il progetto energetico personalizzato
  • l’indicazione di materiali e componenti più idonei e l’analisi dettagliata dei ponti termici per evitare spiacevoli inconvenienti futuri (muffe…).
  • la verifica che i lavori vengano eseguiti nel rispetto dei più elevati standard di qualità e sicurezza
  • pratiche burocratiche obbligatorie per non avere nessuna sorpresa
  • assistenza nella gestione della cessione del credito
  • gestione di tutte le asseverazioni finali che comprovano l’effettiva validità della detrazione del 110%

Tutto il procedimento è a carico nostro, per te zero pensieri, solo vantaggi.

Chiamaci al n. 0119114119 o al 3332276039 o compila il modulo di contatto per approfittare subito di questa nuova opportunità!

Ecobonus 110%: un dettaglio sintetico delle attività professionali

La società TINI SRL si occupa da sempre di progettazione integrata con particolare competenza e attenzione alle tematiche energetiche e acustiche.

La società TINI SRL può effettuare:

  • REDAZIONE DI ATTESTATI DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE)
    L’APE va redatto prima e dopo i lavori per asseverare il passaggio di almeno due classi energetiche.
  • RELAZIONI DETTAGLIATE PER VERIFICARE IL FABBISOGNO ENERGETICO E DIMENSIONARE CORRETTAMENTE GLI IMPIANTI E VERIFICARE DEI PONTI TERMICI
    Isolare gli edifici è importante, ma se non si fa attentamente e con competenza, si rischiano più danni che benefici. E’ fondamentale un’analisi accurata dei ponti termici per evitare il rischio muffe successivamente ai lavori. I ponti termici sono elementi di debolezza dell’isolamento termico presenti nella vostra abitazione che portano alla formazione di condense e muffe. La TINI srl effettua analisi accurate dei ponti termici esistenti e di progetto e propone soluzioni certificate per la soluzione del problema. Lo testimoniano i nostri clienti.

 

 

  • VERIFICHE E ANALISI ACUSTICHE.
    Pur non strettamente correlato all’ecobonus 110%, la TINI srl ha al suo interno un tecnico competente in acustica ambientale per l’analisi e la verifica delle problematiche connesse all’inquinamento da rumore.
  • PRATICHE EDILIZIE E PROGETTAZIONE ACCURATA DEGLI INTERVENTI MEDIANTE SIMULAZIONI RENDER.
    Per realizzare un intervento di riqualificazione energetica sono necessari i permessi presso gli uffici comunali.
    La TINI srl predispone autonomamente tutta la documentazione necessaria per le autorizzazioni edilizie.
    Ma effettuare un intervento in facciata significa anche modificare l’estetica dell’edificio, che andrà riprogettata nelle forme e nei colori.
    La TINI srl è in grado di fornire al cliente simulazioni render per valutare l’intervento in oggetto.
  • ANALISI STRUTTURALI DI ADEGUAMENTO/MIGLIORAMENTO SISMICO DEGLI EDIFICI ESISTENTI.
    Il sismabonus al 110% diventa un’opportunità per il miglioramento sismico degli edifici.
    La TINI srl predispone autonomamente i progetti e tutta la documentazione necessaria per il miglioramento sismico degli edifici. Software di calcolo evoluti contribuiscono alla verifica
    del miglioramento sismico conseguito.

 

 

  • IMPIANTI FOTOVOLTAICI E COLONNINE DI RICARICA.
    La TINI srl attraverso convenzioni con partner affidabili e competenti, vi segue anche nella fase di realizzazione dei vostri impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica collegati agli interventi di riqualificazione energetica.

Per richiedere informazioni e ricevere un preventivo personalizzato
compila il form, oppure invia una richiesta all’indirizzo mail segreteria@tini.to.it oppure contattaci al numero 011.911.41.19

X